Presentato al Meyer il gelato 'Mela d'Oriente' a base di diospero

10 novembre 2010

Un gusto particolare, a base di diospero, predisposto da alcuni maestri gelatieri che, dopo la partecipazione al 'Firenze Gelato Festival', hanno deciso di investire nella promozione di un prodotto di qualità

Dal 6 novembre, e fino al 22 novembre, in concomitanza con la Biennale Enogastronomica Fiorentina, sarà possibile gustare il gelato “Mela d’Oriente”, appositamente preparato per l’iniziativa.
Un gusto particolare, a base di diospero, predisposto da alcuni maestri gelatieri che, dopo la partecipazione al 'Firenze Gelato Festival', nello spazio Confesercenti/CNA in Piazza San Giovanni, hanno deciso di investire nella promozione di un prodotto di qualità.
'Mela d’Oriente', così è stato battezzato il nuovo gusto, è stato presentato oggi presso l’Ospedale Meyer, alla presenza dei maestri gelatieri, della Confesercenti e dello staff del Meyer.
“Abbiamo scelto di presentare il 'gelato della Biennale' al Meyer – spiega Santino Cannamela, presidente della Fiepet Confesercenti – in quanto parte del ricavato dalle vendite sarà destinato proprio a finanziare la ricerca scientifica dell’ospedale pediatrico”.
“Siamo veramente felici di quest’abbinamento – ha sottolineato il segretario della Fondazione Meyer Alessandro Benedetti – perché si viene a consolidare ulteriormente il rapporto tra le attività produttive e l’ospedale. Un rapporto importante e fondamentale per lo sviluppo delle nostre attività e delle nostre iniziative che, sempre di più, sono finanziate e sostenute da privati”.
La presentazione del gusto 'Mela d’Oriente' ha avuto un seguito nelle corsie dove il gelato, valutato positivamente anche per le sue caratteristiche nutritive, è stato distribuito a tutti i bambini ricoverati nella struttura.
“Con il gelato della Biennale – dice Leonardo Romanelli, direttore artistico della Biennale Enogastronomica – viene valorizzato un prodotto artigianale che rappresenta un’eccellenza nella produzione fiorentina. Un prodotto come il gelato deve avere risalto, attenzione e promozione in quanto merita di essere annoverato tra le caratteristiche peculiari dell’enogastronomia di Firenze e del suo territorio”.
“In tale direzione si inquadra la preparazione di 'Mela d’Oriente' – sottolinea Michele Cavicchi della Gelateria Cavini - , un gusto pensato e realizzato appositamente per la Biennale, con un ingrediente tipico novembrino ed una aromatizzazione accattivante; un gusto che da oggi verrà proposto nei laboratori/negozi per tutto il periodo della Biennale”.

Fotne. La Nazione

Up Arrow