Aprire una gelateria in Russia

Aprire una gelateria in Russia

Far conoscere il goloso e genuino gelato nostrano nella Federazione Russa è un progetto ambizioso ma promettente, soprattutto in quelle regioni dove il made in Italy gastronomico artigianale non è ancora così diffuso rispetto a quello industriale, ad esempio a Blagoveščensk, una città situata al confine con la Cina. Al riguardo come si fa ad avviare una gelateria sul territorio russo? Per risposta leggi la seguente mini guida su tutto quello che devi sapere per aprire una gelateria in Russia, che è una delle zone estere più ambite, economiche e tuttora inesplorate per avviare un’attività imprenditoriale di questo genere poiché il gelato artigianale è un prodotto quasi inesistente in tale federazione anche se i russi amano molto gustarlo. Infatti ogni consumatore russo mangia in media 7 kg di gelato annuali, inoltre quasi il 60% del popolo russo lo consuma abitualmente nonostante le tipiche temperature rigide della Russia.

Lavorare con successo nella sfera delgelato artigianale significa coinvolgere i più abili artigiani, industriali dei semilavorati e costruttori di macchinari per preparare, conservare e distribuire degli ottimi gelati ai consumatori finali. A tal proposito se sei una persona giovane desiderosa di aprire una gelateria in Russia puoi leggere le informazioni qui di seguito riportate per non trovarti impreparato in questa nuova avventura imprenditoriale. Dunque per aprire una gelateria artigianale nella Federazione Russa dovrai:

 imparare l’alfabeto cirillico e dare l’esame scritto e orale di lingua e storia russa, difatti non basta più sposarsi con una persona con la cittadinanza russa o farci un figlio per vivere e lavorare regolarmente in tale federazione;
– prendere contatto con il dipartimento sanitario locale per scoprire le leggi che regolano la produzione e il commercio dei gelati artigianali;
– rivolgerti al palazzo di giustizia locale per ottenere la licenza commerciale per vendere i gelati;
– cercare dei soci di nazionalità russa per ottenere un aiuto a livello burocratico durante la gestione dell’attività;
– metterti in contatto con uno Studio di Dottori Commercialisti per farti aiutare nella creazione di una società, nella contabilità e sulla tassazione di una gelateria artigianale in tale ambito internazionale. Inoltre dovrai farti guidare nella stesura di un chiaro business plan con cui prevedere costi, debiti, uscite, utili, investimenti ed entrate che caratterizzeranno i tuoi affari durante prossimi anni. Al riguardo sarà utile realizzare degli scenari di sviluppo degli eventi sia negativi sia positivi;
– rivolgerti a un marketer perché esegua delle approfondite analisi del mercato locale per valutare tutti i pro e i contro prima di avviare tale attività artigianale nella Federazione Russa;
– stabilire attentamente il modello d’affari attraverso il quale organizzare la tua impresa, affrontare la concorrenza e soddisfare la clientela;
– determinare correttamente l’offerta, in particolare valutando se sia più vantaggioso aprire una gelateria artigianale specializzata o se sia preferibile avviare un bar gelateria, una pasticceria gelateria oppure una gelateria soft;
– decidere il nome per il negozio, le strategie di marketing, pubblicità e comunicazione e il logo;
– scegliere i locali del negozio, che dovrà avere una grandezza minima di almeno 50 mq, all’interno di un centro commerciale oppure in una zona centrale, trafficata o rinomata, ad esempio nei pressi di una galleria, di una piazza, di una scuola o di un parco. In merito al laboratorio di produzione in cui preparare i gelati dovrà trovarsi nelle vicinanze del negozio o essere inglobato nello stesso. Ovviamente la gelateria, oltre al locale in cui servire i clienti e disporre i prodotti in vendita, dovrà essere dotato anche di stanze aggiuntive come i servizi igienici, il ripostiglio e la stanza per il personale;
– sottoscrivere il contratto di locazione della gelateria che dovrà anche distinguersi per la presenza di una buona ventilazione naturale o artificiale e di acque reflue.

 

ALTRI PASSI ESSENZIALI PER APRIRE UNA GELATERIA IN RUSSIA

Fra gli altri passi essenziali per aprire una gelateria in Russia dovrai anche:

– provvedere alla messa a norma della gelateria in merito all’igiene e alla prevenzione degli incendi. A tal proposito dovrai superare tutti controlli necessari per ottenere i permessi per poter aprire una gelateria artigianale, ad esempio le verifiche igienico-epidemiologiche e delle strumentazioni da lavoro, i controlli dei vigili del fuoco e dell’ispettorato fiscale, eccetera;
– scegliere un sistema di tassazione semplificato;
– servire anche del caffè espresso, dei biscotti da pasticceria e degli aperitivi e diffondere della musica italiana per accentuare l’atmosfera tipica nostrana. Inoltre grazie alla formula take away può essere un’idea interessante proporre anche delle pietanze all’italiana da portare via, ad esempio i panini caldi, soprattutto nelle stagioni più fredde;
– assumere dei lavoratori specializzati nel settore del food e educarli a essere particolarmente socievoli e accoglienti in modo da stimolare i clienti russi un po’ più chiusi rispetto alla comune clientela italiana a ritornare volentieri in negozio;
– rivolgersi a dei fornitori locali per il latte, la panna, le uova, la frutta e lo zucchero, mentre per i semilavorati proposti nei più svariati gusti è opportuno rivolgersi a degli imprenditori italiani specializzati;
– cercare delle alternative economiche ma di qualità a quegli ingredienti nostrani che non si ha la convenienza a importare in Russia a causa del cambio svantaggioso della valuta, ossia il rublo russo;
– differenziare l’offerta dei gusti a seconda della stagione e del target di clienti, ad esempio famiglie con bambini oppure soprattutto adulti, partendo da almeno 15 tipi di gelati diversi. In merito alle preferenze pare che i clienti russi adorino il cioccolato in tutte le sue varianti e abbinamenti oppure il mango, tuttavia è opportuno sorprenderli anche con dei gusti per loro insoliti, ad esempio i gelati a base di Aperol per gli adulti o di agrumi per i bambini;
– organizzare delle degustazioni per proporre dei nuovi gusti di gelato e verificare le preferenze dei clienti.

QUANTO COSTA APRIRE UNA GELATERIA IN RUSSIA?

Il costo per aprire una gelateria in Russia può variare in base alla città e alle caratteristiche della zona considerata, infatti l’investimento da affrontare in una piccola città sarà sicuramente inferiore a quello da sostenere nella grande Mosca o a San Pietroburgo. Al riguardo la spesa minima complessiva da investire in questo genere di attività artigianale è pari a soli 16.500 euro, poco più poco meno, comprendendo i seguenti costi fissi e variabili:

– la registrazione della documentazione intorno a circa 20.000 rubli. In merito è opportuno sottolineare che 1 rublo russo equivale a 0,0134 euro e che 1 euro è pari a 74,76 rubli;
– l’affitto dei locali sia per la gelateria sia per il laboratorio di produzione pari a 50.000 rubli al mese, ossia 300.000 rubli ogni 6 mesi;
– le utenze mensili come l’elettricità, l’acqua e il gas intorno a circa 10.000 rubli;
 gli stipendi per il personale dipendente pari a 28.000 rubli mensili a persona comprensivi dei contributi obbligatori per legge;
– l’acquisto e l’installazione dei macchinari artigianali, delle attrezzature aggiuntive, del registratore di cassa, del terminale per i pagamenti con carte e dell’arredamento. In particolare ti serviranno le vetrine refrigeranti, le vaschette di metallo per conservare i gelati, i coni, le coppette e le palette per servirli, gli utensili da cucina, i contenitori d’asporto, l’abbattitore, il mantecatore, il montapanna, il pastorizzatore, la planetaria, il mixer, le sedie, i tavoli, la macchina per il caffè, eccetera. Al riguardo i costi per delle buone macchine e attrezzature da lavoro si aggireranno intorno ai 150.000 rubli, l’arredamento sarà pari a circa 100.000 rubli e la cassa e il terminale costeranno più o meno 50.000 rubli;
– le ristrutturazioni e gli adeguamenti dei locali comporteranno all’incirca 50.000 rubli;
– i vari permessi rilasciati dalle autorità locali saranno pari a circa 30.000 rubli;
– l’acquisto delle materie prime per preparare e decorare i gelati. A tal proposito il primo approvvigionamento costerà almeno 250.000 rubli;
– la formazione e l’aggiornamento di chiunque lavori nella gelateria;
– le strategie di marketing, di pubblicità e di comunicazione pari a 30.000 rubli;
– le consulenze dei liberi professionisti cui dovrai rivolgerti.

QUALI SONO I PRINCIPALI VANTAGGI DI APRIRE UNA GELATERIA IN RUSSIA?

I principali vantaggi di aprire una gelateria in Russia sono:

– il capitale per l’investimento piuttosto basso rispetto a quello che di norma è necessario in Italia;
– la simpatia che i clienti russi hanno per i prodotti alimentari made in Italy;
– le ottime prospettive di sviluppo di questo mercato e di successo di tal attività artigianale.

 

Testo tratto dalla pagina web dello Studio Allievi - Dottori Commercialisti e Revisori Legali

Up Arrow