Ricerca e selezione del personale in gelateria - Parte I

30 maggio 2022
Image

Qual è il vero biglietto da visita di un locale? La risposta a questo quesito appare chiara ma non scontata; il personale che ci lavora all’interno.

I tuoi collaboratori saranno infatti i primi a relazionarsi con i clienti che avranno il piacere di entrare nella gelateria e ad accoglierli dovrà esserci personale qualificato e con il giusto atteggiamento, personale che prima sarà stato selezionato con attenzione da voi

Tuttavia, l’attuale mercato del lavoro evidenzia grandi difficoltà nel mondo della ristorazione, in cui ristoranti, gelaterie e pasticcerie fanno sempre più fatica a trovare e soprattutto trattenere personale qualificato, stagionale e non. Numerosi imprenditori del settore puntano il dito verso il Reddito di cittadinanza - sussidio statale introdotto nel 2019.

Proprio perché il mercato del lavoro è condizionato da vari fattori, che portano spesso i proprietari delle attività e i loro dipendenti ad affrontare scelte non sempre facili, è importante che la selezione del personale e la sua conseguente formazione sia al centro della propria impresa, e per farlo i proprietari delle attività hanno a disposizione vari canali.

Passa parola e agenzie del lavoro

Come già anticipato i collaboratori hanno un ruolo determinante per il successo di una gelateria, o più in generale di ogni tipo di locale, ed è per questo che occorre sceglierli con cura, riducendo il più possibile i margini di errore in fase di valutazione. Per farlo nella maniera più corretta, è bene raccogliere una lista di candidati da valutare e poi prepararsi per una giusta selezione.
I canali attraverso i quali è possibile costruirsi un data base di potenziali collaboratori, quindi di curriculum da valutare per poter fare una prima scrematura, sono diversi. I dati Isfol Plus 2014, una delle più autorevoli fonti a livello nazionale sui canali di intermediazione, quantificano quali sono i più efficaci fra coloro che hanno trovato un’occupazione. Il passa parola tra conoscenti sembra essere uno dei metodi che ancora garantisce grandi risultati (33%). ​È opportuno, quindi far sapere ai propri collaboratori, parenti, conoscenti titolari dei punti vendita che si trovano in prossimità del proprio laboratorio, che si sta cercando qualcuno, dettagliando con precisione le mansioni da svolgere, gli orari di lavoro da osservare e gli eventuali requisiti che dovrebbe possedere il candidato ideale.

​Il ricorso alle agenzie di somministrazione è efficace per il 5,6% dei lavoratori, per un gelatiere può trattarsi di un canale da valutare, soprattutto per i vantaggi che presenta, ma il costo ovviamente include il compenso per l’agenzia. Nei costi del servizio di reclutamento, che variano in funzione dell’agenzia a cui ci si rivolge, è infatti compresa anche la selezione che, di solito, viene effettuata da esperti sull’ampia rosa dei candidati possibili inseriti nel loro data base costantemente aggiornato.n Due major in questo ambito sono sicuramente Adecco e Ranstad, ma esistono ovunque numerose ulteriori realtà locali a cui potersi rivolgere.

Siti online e social media

Gli annunci sulla stampa o sui siti, il cui scopo è far incontrare domanda e offerta di lavoro, in media, collocano il 2.6% dei lavoratori. Di seguito consigliamo una lista dei siti maggiormente utilizzati e social media che si occupano della sfera professionale.

  • Jobrapido: chiaro ed efficace
  • Jooble che aggrega le offerte di lavoro in Italia da oltre 350 siti
  • Jobbydo, motore di ricerca lavoro rapido, gratuito ed efficace
  • Monster, l’importanza della consulenza
  • Indeed: un grande raccoglitore dal semplice utilizzo
  • Infojojobs e le sue 5000 aziende
  • Bakeca, con uno stretto rapporto con gli utenti
  • Subito, una delle aziende italiane più apprezzate
  • Trovalavoro, il portale eclettico
  • LinkedIn per gli amanti dei social

Altri canali di ricerca

Al di là di questi canali più "ufficiali", per reclutare i propri collaboratori, è possibile utilizzarne altri, soprattutto anche in base al luogo in cui ci si trova.
Rivolgersi alle associazioni di categoria, per esempio, alle aziende di formazione professionale presenti sul territorio, mettere un apposito cartello nel proprio punto vendita, sfruttando il passaparola fra i clienti, contattare i presidi degli istituti alberghieri, per entrare in contatto con i neodiplomati e affiggere un avviso nelle bacheche delle vicine università, sono tutte attività altrettanto efficace.

In questa primo articolo dedicato alla selezione del personale abbiamo investigato i canali attraverso i quali cercare dei nuovi collaboratori, nella seconda parte approfondiremo il tema del processo di selezione e formazione...alla prossima puntata!

Up Arrow