Il Giro d’Italia protagonista alla Mig 2022

24 novembre 2022
Image

Presentazione delle tappe venete con i campioni delle due ruote e il “Gelato rosa”

Longarone, 24 novembre 2022 - Il Giro d’Italia pedala con la Mig. Lunedì 28 novembre alle 15.30 la Mostra Internazionale del Gelato Artigianale (di scena a Longarone dal 27 al 30 novembre) ospiterà un evento rosa. Protagonista la Maglia Rosa ufficiale della corsa 2023, preparata dalla Manifattura Valcismon di Fonzaso (Gruppo Castelli). E ci saranno anche i campioni delle due ruote.

Lo stand della Regione Veneto ospiterà quindi la presentazione delle tappe che tra pochi mesi infiammeranno il Giro: la Pergine Valsugana-Caorle (24 maggio), la Oderzo-Val di Zoldo (25 maggio) e la Longarone-Tre Cime di Lavaredo (26 maggio). Tre frazioni che caratterizzeranno la corsa in Veneto e ben due nel Bellunese, con i tapponi dolomitici del 25 e 26 maggio destinati a scrivere altre pagine epiche del ciclismo. 

Ad analizzare la corsa, insieme ai sindaci delle città di tappa, saranno proprio gli esperti. Due ciclisti in attività, che prenderanno parte al Giro 2023 come Filippo Zana (campione italiano su strada 2022) e Andrea Vendrame (che vanta ormai diverse partecipazioni nelle grandi corse a tappe). Ma a raccontare le tappe saranno presenti anche Paolo Slongo (già allenatore di Vincenzo Nibali e direttore sportivo del team Trek Segafredo), il “delfino di BibioneFranco Pellizzotti (grande scalatore, oggi direttore sportivo del team Bahrain), e Paolo Artuso (allenatore della squadra Bora). Potrebbe esserci anche la sorpresa Pippo Pozzato, ex ciclista amatissimo dagli appassionati.

Di sicuro ci sarà il “Gelato rosa”, dedicato alla corsa e con un occhio di riguardo per gli atleti. Un gusto di alto valore proteico e golosissimo, con una base di ricotta, succo e polpa di fragola e un tocco di ribes rosso, provenienti rigorosamente dalla montagna bellunese. Una nuova ricetta pensata dai maestri gelatieri della Mig per l’occasione.

«Il Giro 2023 molto probabilmente verrà deciso nelle due tappe bellunesi, uno spettacolo di sport, di montagna e di passione. La novità di presentare la corsa alla Mig è un modo per avvicinarci alle grandi giornate che vivremo a maggio» commenta il sindaco di Longarone, Roberto Padrin. «La tappa che partirà da Longarone, nell’anniversario dei 60 anni dalla tragedia del Vajont, e arriverà fino alle Tre Cime di Lavaredo segnerà davvero una delle pagine del ciclismo internazionale. Intanto cominciamo a gustare il Giro con il gelato rosa». 

«Il Giro 2023 sarà un’altra grande occasione per far vedere al mondo intero la bellezza delle nostre Dolomiti bellunesi» aggiunge il sindaco di Val di Zoldo, Camillo De Pellegrin.

Up Arrow