Numerose iniziative della Regione del Veneto alla Mostra Internazionale del Gelato Artigianale (MIG)

6 dicembre 2021
Image

Gelato e prodotti di eccellenza del territorio veneto si sono uniti alla MIG 2021 di Longarone. Il risultato? Allo stand della Regione del Veneto sono stati presentati nuovi sorprendenti gusti realizzati dai gelatieri dell’Associazione Gelato Veneto in collaborazione con i Consorzi di tutela dei prodotti tipici e di qualità e le Associazioni di produttori regionali.

Longarone, 6 dicembre 2021 - Nelle giornate di lunedì 29 e martedì 30 novembre sono stati presentati al pubblico di operatori del settore e di appassionati del gelato ben 14 nuovi gusti dai caratteri unici e particolari.  Tutto questo è stato permesso in primis grazie alla creatività e alla passione dei gelatieri che sono sempre alla ricerca di ingredienti a km0 per proporre un gelato di qualità, e in secondo luogo grazie alla collaborazione dei Consorzi e Associazioni di produzioni agroalimentari di eccellenza.

Tra gli stravaganti gusti non potevano di certo mancare quelli della tradizione veneta per eccellenza: il gelato al Tiramisù, il sorbetto al Prosecco, il gelato del Governatore, preparato con una particolare marmellata di fichi fatta in casa, il Rosso Tiziano in memoria del grande pittore di Pieve di Cadore.
Ma a sbalordire soprattutto sono stati gli insoliti e apprezzatissimi accostamenti che i sei gelatieri presenti allo stand regionale hanno utilizzato per creare nuovi gusti che hanno permesso di esaltare in modo straordinario tutta la bontà della terra veneta e le sue migliori eccellenze agroalimentari. Gelati prepararti con ingredienti genuini nel rispetto della stagionalità, secondo una speciale ricetta che rende ogni gelato un capolavoro, “ambassador” di un territorio unico.

In onore delle Dolomiti Bellunesi i gelatieri Marco Reato – vincitore alla MIG del concorso internazionale di gelato gourmet insieme allo chef Gianluca Campigotto – e il papà Andrea della gelateria “Da Gimmy” di Feltre hanno realizzato il gelato alla Noce Feltrina e il nuovo gelato al Piave DOP selezione Oro con pere, che insieme al Miele delle Dolomiti Bellunesi DOP è stato scelto anche per un cocktail ricco di gusto.

Ancora Dolomiti con il gusto Fior di Latte Bio delle Dolomiti del gelatiere Vittorio Pasquetti della gelateria “Prealpina” di Cison di Valmarino, che con il gelato al Mascarpone con composta di Radicchio Rosso di Treviso IGP e al sorbetto al vino Friularo di Bagnoli DOCG è passato prima al prodotto principe della Marca Trevigiana e poi ad un vino antico del padovano dal carattere forte esaltato nel sorbetto.

Rimanendo nel territorio tra Treviso, Padova, Vicenza e Verona, il gelatiere Mauro Crivellaro della gelateria “L’Arte di Mauro” di Mirano ha celebrato i vini dei Colli Euganei con il sorbetto al Moscato Fior d’Arancio DOCG Spumante e un prodotto dolciario tipico delle imminenti feste natalizie con il gelato al Mandorlato di Cologna Veneta.

Jacopo e Nicolo’ Braggion della gelateria “Da Bepi” di Padova hanno invece proposto un gusto classico al castagnaccio con crema di marroni e due abbinamenti sorprendenti. Il primo è il gelato con la patata americana dolce di Anguillara Veneta, una patata bianca ricca di fibre e particolarmente adatta per il gelato, il secondo il gelato al Morlacco del Grappa, un formaggio di malga che lascia nel palato il gusto dei pascoli montani. Da sottolineare l’iniziativa dei due fratelli Braggio “Gelato Panetthòn”: un nuovo gusto per aiutare i bambini in Etiopia con gli Amici di Adamitullo Onlus.

Dai monti alla laguna e al mare con i gusti proposti da Renzo Ongaro della gelateria Casa del gelato di Caorle che ha realizzato il gelato di Laguna di Caorle con more di laguna, ricotta di Caorle e miele di barena, mentre insieme a Stephan Buosi della gelateria Cremeria di Brugnera ha proposto il gelato alla Zucca con i sassi del Piave. La Zucca del Delta del Po per la sua struttura e dolcezza si sposa alla perfezione con il gelato e si presta ai più svariati abbinamenti. In tema di dolcezza spiccano i gusti Sopa Veneta con focaccia venete e liquore Sangue Morlacco e il gelato allo zabaione con Moscato Fior d’Arancio DOCG Passito.

Insomma, il patrimonio enogastronomico è il fiore all’occhiello del Veneto. Tanti i prodotti DOCG, DOC, DOP, IGP e centinaia i prodotti agroalimentari tradizionali. Tra i prodotti di qualità non può mancare il gelato conosciuto in tutto il mondo proprio grazie ai gelatieri veneti, che vi danno appuntamento per altri nuovi gusti alla MIG 2022. 

Up Arrow