La 56. MIG - mostra internazionale del gelato di longarone si prepara al gran finale

2 dicembre 2015
La 56. MIG - mostra internazionale del gelato di longarone si prepara al gran finale

Domani l’assemblea di Uniteis, la finale del concorso di gelateria “Carlo Pozzi”, le premiazioni e la proclamazione del Gelato gusto dell’anno 2016.

Si chiude domani, mercoledì 2 dicembre, nel Quartiere di Longarone Fiere la 56^ edizione della MIG, la Mostra Internazionale del Gelato Artigianale, che anche oggi ha registrato eccellenti numeri con visitatori giunti da tutti e cinque i continenti. E numerose anche oggi le delegazioni estere giunte in fiera come la Ice Cream Alliance, l’Associazione degli operatori inglesi del gelato, che ha visto un importante momento di confronto con la dirigenza di Longarone Fiere e Artglace. Ed anche Algeria, Malta, Danimarca, Croazia, Ungheria, Svizzera, Repubblica Ceca e molti altri. Un’altra giornata all’insegna degli affari e delle contrattazioni che hanno confermato la straordinaria valenza della rassegna sempre più fondamentale punto di riferimento per il comparto delle macchine, attrezzature, semilavorati, materie prime, arredamenti e accessori per la gelateria artigianale.
La giornata odierna ha visto momenti importanti di approfondimento sul tema del gelato e delle gelaterie come “La formazione come veicolo di crescita del gelatiere artigianale” a cura di Pro2Mari ed è proseguita con l’iniziativa, particolarmente partecipata, promossa da Uniteis, l’Associazione dei gelatieri italiani operanti in Germania, che ha trattato il tema dell’ottimizzazione dei costi del personale in gelateria e di  come ridurli tramite l’apprendistato. Altro convegno di particolare interesse si è dimostrato “Il Gelato  artigianale e le nuove indicazioni al consumatore in merito al Reg. 1169/11”, curato da Donata Panciera e con relatori l’igienista Renato Nardini, il Vicepresidente di IFNE Alfredo Grossi e Alessandra Muraro di Italian Labelling Consultants.
Sempre molto seguiti e apprezzati sono stati anche gli appuntamenti con il maestro gelatiere Beppo Tonon, il quale ha entusiasmato il pubblico con le sue dimostrazioni pratiche di frutta scolpita e intagliata, che verranno replicate domani a partire dalle ore 13. Presentato anche il gusto ufficiale della campagna promozionale 2016 del gelato artigianale in Germania. Dopo il successo di “fragola e aceto balsamico”, quest’anno la scelta è caduta sul gusto Pistacchio. Gianni Toldo e la scuola di Mannheim hanno illustrato le caratteristiche e l’importanza del Gusto dell’anno, alla sua 16. edizione, lasciando alle spalle la combinazione del gusto dolce con una nota salata e riproponendo invece un gusto nella sua essenzialità. La giornata si è conclusa con l’assemblea di Agia, l’associazione dei gelatieri italiani operanti in Austria, guidata da Silvio Molin Pradel.
Domani, mercoledì 2 dicembre (orario d’apertura dalle 10 alle 18.30 continuato), la giornata si aprirà alle ore 10.30 con la presentazione delle coppe della finale della 22. edizione del concorso nazionale di gelateria “Carlo Pozzi”, che vedrà sfidarsi gli allievi di dodici istituti da tutta Italia. Al primo classificato verrà consegnato un mantecatore professionale per la preparazione del gelato, offerto dall’azienda Telme. Sempre alle 10.30 spazio alla tradizionale assemblea di Uniteis, l’Unione dei gelatieri italiani operanti in Germania. La 56. MIG si concluderà, come è ormai tradizione, con la cerimonia di premiazione (ore 15, Centro Congressi) dello stesso concorso “Carlo Pozzi”, del 46. concorso “Coppa d’Oro”, al gusto di ricotta di latte vaccino, del 14. concorso “Gelaterie in web 2014” e del 2. Concorso “La gelateria e i bimbi più Selfie su AppGelato”. Al termine avverrà anche la proclamazione del “Gusto gelato dell’anno 2016”, promosso dal G.A. - Comitato Nazionale per la Difesa e la Diffusione del Gelato Artigianale e di Produzione Propria.

Longarone, 1 dicembre 2015

 

Approfondimenti
Differenze tra gelato artigianale italiano, gelato industriale e gelato soft
Differenze tra gelato artigianale italiano, gelato industriale e gelato soft

Spesso le differenze tra gelato artigianale, gelato industriale e gelato soft non sono a tutti note, sebbene in Italia la presenza di un gran numero di gelaterie artigianali e una storica cultura del gelato faciliti questa distinzione.

L’ossidazione e la conservazione del gelato
L’ossidazione e la conservazione del gelato

L’ossidazione è una reazione chimica durante la quale si verifica una perdita di qualità causata dalla combinazione con l’ossigeno. Tale reazione causa una degradazione irreversibile che a sua volta comporta un’alterazione delle proprietà e delle caratteristiche del gelato.

Per un buon gelato alle castagne
Per un buon gelato alle castagne

Come per ogni altro lavoro artigianale, anche per il gelato, in questo caso alle castagne, è necessario conoscere molto bene le materie prime e i semilavorati, la loro funzione oltre che il processo produttivo.

Gli ingredienti composti per la preparazione del gelato
Gli ingredienti composti per la preparazione del gelato

Gli ingredienti composti per gelato, precedentemente identificati come “semilavorati per gelateria” sono delle miscele di ingredienti in polvere o in pasta che affiancano il gelatiere nella preparazione delle miscele (stabilizzazione) e nella loro aromatizzazione.

Il bilanciamento
Il bilanciamento

Nel gelato vi sono molti ingredienti, ciascuno con proprietà molto differenti, che devono essere miscelati  secondo regole ben precise, facendo in modo che siano in equilibrio fra loro. 

Gelato di vino
Gelato di vino

Al Moscato d'Asti, al Recioto di Soave, al Marsala e chi può ne ha più ne metta, tanti quanto ce ne possono stare nelle decine di doc e docg italiane. Una moda passeggera, quella dei gelati al gusto di vino? Non proprio, se pensiamo che alcune ricette risalgono a qualche secolo fa...

Il gelato di frutta
Il gelato di frutta

Il gelato di frutta ha caratteristiche peculiari di composizione e di gusto che richiedono una lavorazione diversa da quella degli altri gelati artigianali. In particolare, per esaltare il sapore del frutto fresco, si cerca di evitare del tutto la pastorizzazione o perlomeno di condurla a bassa temperatura; se si accetta di rinunciare alla cremosità del gelato a favore di un gusto più spiccato della materia prima, poi, si sceglierà di fare dei sorbetti invece che del gelato.

Sorbetto al limone
Sorbetto al limoneUna ricetta che tutti possiamo mettere in pratica in occasione di una cena, la quali preveda magari piatti elaborati e non proprio leggeri, è quella del sorbetto al limone. Utile per dar sollievo agli stomaci dei commensali, fornire uno stacco piacevole tra una portata e l'altra o per chiudere una cena con un dessert di facile preparazione.
Crepes: la ricetta base
Crepes: la ricetta baseLe crepes sono tra le preparazioni dolciarie più adatte ad accompagnare un buon gelato artigianale e sono molto semplici da eseguire. Ecco la ricetta per cucinare da 10 a 15 crepes dolci, a seconda della grandezza della padella utilizzata.
5 parte - Conservazione ed esposizione del gelato artigianale
5 parte - Conservazione ed esposizione del gelato artigianalePer un gelato artigianale che vanti qualità elevate conta moltissimo la modalità di conservazione. Senza trascurare gli accorgimenti per esporre il prodotto finito nel modo migliore e non comprometterne le caratteristiche di bontà e forma.
Up Arrow