I vincitori della prima giornata del Laboratorio delle Idee

La prima giornata del Laboratorio delle Idee Europeo ha visto gareggiare ben 13 concorrenti, provenienti non solo dall’Italia, ma anche da Libia, Corea, Germania e Messico.
Forte la presenza femminile: su 13 concorrenti, 10 donne e 3 uomini.
La sfida consisteva nell’elaborazione di nuovi gusti di gelato o sorbetto alla fragola o al cioccolato.

Interessantissime tutte le proposte, che hanno messo in luce la creatività, la fantasia e la professionalità di giovani donne e uomini, che si sono ispirati non solo alla tradizione ma sono stati capaci di introdurre novità, realizzando elaborati sorprendenti e originali.

Grande attenzione, da parte di tutti, alle esigenze dei consumatori, diverse a seconda della provenienza geografica dei singoli partecipanti: gelati più o meno freddi al palato, pensati per chi vive in montagna o al mare, o sorbetti, anche al cioccolato, realizzati per chi ha intolleranza al lattosio.

Alla fine, si sono aggiudicati il primo e il secondo posto due elaborati; il primo è il trionfo dell’originalità nel gusto e nella denominazione – anche grazie a un'abile presentazione da parte dell’autrice – il secondo, al contrario, è un ritorno al classico, con un sapiente accostamento di sapori.

Il primo premio è stato aggiudicato a Farida Haggiagi, proveniente dalla Libia, con un sorbetto di fragola alla spezie intitolato Il Peccato: molto chiaro il messaggio dell’autrice, che con questo nome si rivolge dichiaratamente agli uomini, stuzzicando la loro fantasia, essendo loro un target meno “goloso” di gelato rispetto alle donne e ai bambini.

Il secondo premio è stato conferito a Oliver Vincezetti, un giovane italiano che vive in Germania, che ha elaborato un gelato al cioccolato fondente aromatizzato alla sambuca e salsa di more.
Up Arrow