I risultati hanno sconfitto le paure

23 gennaio 2009
92.732 visitatori professionali (in lieve flessione: -2,8% rispetto al 2008). I visitatori stranieri sono stati complessivamente 16.109 (+3,5% sul 2008)

A Sigep 2009 grandi affari e grandi eventi, fra i quali Gelato in Tavola, Delicious &Famous e Sigep Bread Cup

Rimini, 22 gennaio 2009 – Ieri sera è calato il sipario sul 30° SIGEP, Salone Internazionale della Gelateria, Pasticceria e Panificazione artigianali, dopo le cinque giornate di manifestazione che hanno riconfermato l’evento come leader mondiale del comparto.
Inaugurato sabato 17 da Alberto Ravaioli, sindaco di Rimini, e dal presidente di Rimini Fiera Lorenzo Cagnoni, che ha diffuso un messaggio di auguri per tutto il settore inviato dal Sottosegretario al Commercio estero Adolfo Urso, SIGEP ha occupato tutti i 16 padiglioni del quartiere fieristico riminese: 90.000 i mq di esposizione sui quali esponevano circa 750 aziende. In mostra l’intera filiera del dolce artigianale in tutte le sue declinazioni produttive, creative e commerciali: macchinari, ingredienti, arredamento, accessori, decorazioni, servizi, editoria e comunicazione.

I VISITATORI
SIGEP chiude l’edizione del trentennale con 92.732 visitatori professionali (-2,8% rispetto al 2008). I visitatori stranieri sono stati complessivamente 16.109 (+3,5% sul 2008), provenienti da oltre 150 Paesi. Un successo di grande rilievo nell’attuale contesto economico, con una crescita sostanziale dai numerosi mercati esteri. Tra i commenti delle aziende, apprezzato l’impegno nelle attività di qualificazione dei visitatori che hanno convogliato a SIGEP operatori qualificati e realmente motivati all’acquisto. Ottimo anche il riscontro mediatico: a SIGEP si sono accreditati 464 giornalisti, 136 dei quali stranieri. I principali network televisivi hanno coperto massicciamente la manifestazione, così come la stampa generalista e quella specializzata.

GLI INVESTIMENTI BATTONO LA CRISI
“Rimini Fiera – ricorda il Presidente Lorenzo Cagnoni – in questa fase di congiuntura internazionale sfavorevole , non si è posizionata in difensiva, ma al contrario ha creduto in un piano d’investimenti sostanzioso per il SIGEP atto ad elevare ulteriormente la qualità e il prestigio della manifestazione. Questo impegnativa scelta economica affiancata al dinamismo delle aziende si è tramutata in un potente antidoto alla crisi. I risultati ci danno ragione anche sull’importante fronte internazionale, poiché anche sull’incremento del numero e del profilo degli operatori esteri sono stati prodotti sforzi ed investimenti significativi, sia organizzando eventi capaci di attrarre visitatori da oltre frontiera, sia concentrandosi sul fronte promozionale con l’ampliamento della rete degli agenti, che sostengono la manifestazione nel mondo come dei veri e propri ambasciatori. E già in questi giorni sono stati presi accordi, per alcuni mercati, per organizzare la presenza di nuovi gruppi di operatori stranieri che visiteranno la manifestazione il prossimo anno. E’ stimolante registrare ogni volta lo stupore che accompagna il primo incontro di un operatore straniero con l’universo SIGEP. L’appuntamento riminese è visto come sintesi di creatività e professionalità del mondo artigiano, in grado di coniugare realtà industriale ed emotiva: un plus unico al mondo”.

I COMMENTI
“Siamo davvero soddisfatti e anche orgogliosi del successo ottenuto dal 30° SIGEP – commenta Patrizia Cecchi, direttore commerciale della Business Unit cui afferisce SIGEP – Rimini Fiera ha raccolto assieme alle aziende e agli operatori del settore una sfida difficile, ha fatto quadrato con una squadra coesa e ha vinto sul mercato la paura di affrontare un periodo complesso. I concordanti commenti delle aziende sui soddisfacenti volumi di contatti e contratti commerciali conclusi hanno superato le grigie aspettative di questo inizio anno. Il coraggio d’investire ha premiato il settore e frequentare la manifestazione in queste giornate, misurando le opportunità di business, ha creato nuove energie e opportunità economiche per il comparto. Voglio quindi ringraziare tutte le aziende che continuano a credere in SIGEP, perché questo percorso e questa storica e magica alleanza si rinnovi ogni anno su comuni obiettivi di business, sempre più impegnativi e ambiziosi. La solidità della manifestazione, abile a navigare anche in mari economici perigliosi, c’incoraggia a proseguire in una formula vincente protesa all’incremento dell’internazionalità, della professionalità e all’organizzazione di eventi coerenti con questo obiettivo”.

“Il successo di SIGEP 2009 – aggiunge Gabriella de Girolamo, project manager della manifestazione – è dato soprattutto all’aumento del trade – rivenditori e distributori – e alla massiccia presenza della componente estera. E non dimentichiamo gli eventi: consolidare una leadership significa proporre ogni anno progressi ad elevato standard qualitativo. Ciò è possibile anche grazie ai partner che ci affiancano, imprese e categorie professionali con le quali ormai abbiamo instaurato un feeling organizzativo storico”.

TRENT’ANNI CON GUSTO
La giornata inaugurale di Sigep 2009 ha ospitato anche la grande cerimonia del trentennale della prestigiosa rassegna fieristica riminese. L'evento dei 30 anni di SIGEP aveva per titolo “30 anni insieme con gusto” e si è svolto nella rotonda della hall sud. A presentare l’evento è stato il giornalista tv Attilio Romita.
Sul palco si è avvicendato il management di Rimini Fiera e del Sigep: dal presidente Lorenzo Cagnoni al direttore della Business Unit 1 Patrizia Cecchi e il project manager della manifestazione, Gabriella De Girolamo. Riconoscimenti alle aziende, alle associazioni, ai giornalisti che fin dalla prima edizione, con la loro attività, hanno contribuito a far grande il dolciario artigianale italiano e Sigep.
Premiati anche i maestri gelatieri Luca Cavieziel e Carlo Pozzi, assieme al maestro pasticcere Fulvio Scolari e alla giornalista Luciana Polliotti.

I GRANDI EVENTI DELLA PASTICCERIA ARTIGIANALE
Giornata inaugurale di grande effetto per la pasticceria a Sigep. Delicious&Famous è stato un grande evento dedicato, con la partecipazione accoppiata di maestri dell’arte dolciaria italiana e di vip dello spettacolo per realizzare la migliore torta celebrativa dei 30 anni di Sigep. Delicious&Famous, ha visto la presenza dei maestri Gianni Pina, Iginio Massari, Gino Fabbri, Luca Mannori, Salvatore De Riso e Salvatore Cappello e dei vip Veronica Maya, Attilio Romita, Lamberto Sposini, Rosanna Cancellieri e Livia Azzariti.

Nell’ambito dei Sicily Days, da segnalare l’intervento di Sasà Selvaggio, il comico palermitano noto al grande pubblico come inviato del Tg satirico “Striscia la Notizia” e ospite d’onore al Sigep. “Il riscatto della Sicilia passa anche dai pasticcini” ha detto davanti ad una numerosa delegazione di pasticceri siciliani protagonisti dei due giorni dedicati alla conoscenza dei dolci tipici di questa regione. Il maestro Luciano Pennati ha presentato tantissimi dolci provenienti da ogni angolo della Sicilia. A dare colore allo spazio dedicato ai Sicily Days c’era anche la Vucciria: una riproduzione in marzapane e zucchero del quadro realizzato nel 1974 da Renato Guttuso che rappresenta il mercato alimentare più famoso di Palermo.

Grande successo e apprezzamento per Sigep Giovani, organizzato in collaborazione con Chiriotti Editore e il prezioso coordinamento del maestro Luciano Pennati. I giovani pasticceri delle scuole professionali italiane hanno proposto opere ispirate al tema della torta nuziale

Protagonista a Sigep anche il cioccolato, con il Campionato Italiano di Cioccolateria organizzato nell’ambito di Sigep da Callebaut, Cacao Barry e Carma.
Per tre giorni, tredici maestri cioccolatieri provenienti da tutta Italia hanno dato prova delle loro abilità professionali. Al termine, una giuria di altissima qualità ha premiato Ernst Knam, vincitore assoluto del campionato e unico rappresentante italiano che avrà accesso al World Chocolate Masters di Parigi 2009. Knam che ha presentato un‘opera dal titolo Haute couture in movimento con effetto prismatico. Al secondo posto Daniele Orlando di Taurisano (LE) e al terzo Antonio Calosi di Empoli (FI).
Singoli premi sono stati conferiti per ciascuna categoria. Migliore opera (criteri di valutazione in base all’esecuzione dell’opera, all’equilibrio, all’armonia e aspetto estetico, nonché interpretazione del tema proposto) sempre a Ernst Knam che ha avuto anche la menzione per la migliore pralina stampata; miglior torta al cioccolato quella del milanese Davide Comaschi che ha vinto anche nella sezione ‘miglior monoporzione’, ‘migliore pralina a immersione’ e ‘ miglior mistery box’. Nella gara sono stati conferiti anche due Premio Speciali, uno da parte della Stampa e l’altro del Pubblico. Il Premio Speciale Stampa è stato conferito ancora a Ernst Knam, il Premio Speciale Pubblico è invece andato a Michele Labbate di Agnone (IS) con un’opera dal titolo “Lo stupore della forma”.

A Sigep si sono svolti anche i tradizionali campionati italiani di pasticceria promossi dalla Conpait - Confederazione Nazionale Pasticceri Italiani che nelle giornate di Rimini Fiera ha anche proposto un’esibizione della squadra italiana che ha vinto la Coppa Europa tenutasi in ottobre, a Roma ed un’apprezzata sfilata di moda.
Nel Campionato italiano under 21 di Rimini primo posto per Francesco Boccia (Napoli), secondo Mattia Vanacore (Napoli) e terzo Sebastiano Musolino (Reggio Calabria). Nella categoria Seniores: primo Matteo Papagno (San Severo – Foggia), secondo Alessandro Pitardi (Lecce) che ha avuto anche il premio speciale ‘miglior cioccolatino’ e terzo per Fabio Ravone (Brindisi).

I GRANDI EVENTI DELLA GELATERIA ARTIGIANALE
Presentato a Sigep il marchio Sistema Italiano Gelato, promosso da Acomag (Associazione Nazionale Costruttori Macchine ed Attrezzature per Gelato) e condiviso con le associazioni di categoria, che ha l’obiettivo di rappresentare un’efficace sintesi di questa articolata filiera di attività produttive che non ha rivali in nessun altro Paese del mondo. Un esempio splendido del miglior made in Italy, un patrimonio da promuovere nella sua globalità. Una dichiarata identità renderà quindi ufficiale ciò che, di fatto, esiste ormai da diverso tempo. L’obiettivo del Sistema Italiano Gelato sarà quello di diventare il simbolo e la bandiera dell’intero settore.

Successo alla 3a edizione di Gelato in Tavola, il Concorso Internazionale a Squadre che ha assegnato il Trofeo Enzo Vannozzi. L’evento è stato organizzato, presso il Forum della Gelateria, da Co.Gel Fipe Confcommercio e Sigep allo scopo di promuovere innovativi abbinamenti tra cibo e gelato.
Otto le nazioni in gara (Argentina, Brasile, Francia, Italia, Germania, Ungheria, Usa e Spagna) con squadre composte da un capitano, un gelatiere artigiano ed uno chef di cucina. Ogni nazione è stata chiamata a presentare tre piatti di alta cucina. Le preparazioni, presentate ed illustrate al pubblico dalla giornalista Eleonora Cozzella, sono state sottoposte alle valutazioni della Giuria Tecnica, composta dai Presidenti delle otto squadre e presieduta da Mauro Petrini, e della Giuria della Stampa presieduta da Franco Cesare Puglisi editore e direttore della rivista puntoIT, e composta da Livia Chiriotti di Pasticceria Internazionale ed Elvio Gorelli, direttore di IWCAsuisse network.
Al termine delle due giornate di concorso la Giuria Tecnica ha assegnato il punteggio complessivo più alto all’Italia, che è riuscita a conquistare l’ambito Trofeo Enzo Vannozzi, dedicato alla memoria del fondatore dell´Accademia della Gelateria Italiana. La giovane squadra tricolore è tutta toscana, guidata da Luca Landi, chef di Lucca attualmente alla direzione del Ristorante Le Ginestre del Green Park Resort di Tirrenia, e composta dallo chef di Massa Carrara Simone Bertaccini e dal gelatiere di Livorno Enrico Benedetti.
Al secondo posto l’Argentina con la squadra presieduta da Laura Galli e formata dal gelatiere Mario Aban Cruz e lo chef Josè Vitorio D’Alonzo. Terza piazza per la Germania con il presidente Swantje Salihu, il gelatiere Claude Elias Schwenninger e lo chef Friederike Zielke. Premio Speciale della Giuria della Stampa specializzata al Brasile del presidente Ana Galibert, del gelatiere Fréderico Samora e dello chef Bruno Stippe.

SIGA-Associazione Italiana Gelatieri ha promosso i tradizionali concorsi dedicati al Gusto dell’anno, quest’anno la nocciola, e ‘1000 idee 2009’ alla ricerca delle tendenze dei nuovi gusti in gelateria.
Al concorso dedicato al gusto nocciola hanno partecipato decine di gelatieri provenienti da tutta Italia e dall’estero. Alla fine la giuria ha premiato la Gelateria Marron Glacè di Antonio Cosentino (Catanzaro Lido). Secondo posto per la Gelateria giapponese Lotte Snow (Tokyo) e terzo posto per la Gelateria Santa Cristina (Bolsena VT)
Al concorso ‘1000 idee 2009’ primo premio a Il Cioccolato di Carlo Viti (Monte San Savino – Arezzo) col gusto Sedano in fiore, seconda piazza per Teresa Castiglione (Caracas) col gusto Lady Ciokko e terza per la Gelateria Leonardo (Cosenza) e il gusto Cariatese. A Sigep l’Associazione Italiana Gelatieri ha anche conferito il Premio Speciale Vita di gelatiere con una medaglia d’oro ad Alfredo Gaeta, abruzzese di Lanciano, gelatiere da 45 anni.
Un’altra grande iniziativa dell’Associazione Italiana Gelatieri riguarda la volontà di creare in India una serie di imprese legate al gelato artigianale italiano per consentire occupazione in una zona del mondo assai povera come la città di Bangalore. Informazioni sul sito www.dokita.org

E’ stato presentato a Sigep il www.ilgelatoartigianale.info, il primo portale interamente dedicato al gelato artigianale e al sistema di produzione. Nato dalla collaborazione tra i più importanti attori del mondo del gelato, il portale si rivolge ai gelatieri, ai produttori e ai consumatori ed è caratterizzato da una veste grafica estremamente elegante che ne rende piacevole la consultazione.

Giunto alla terza edizione, il Laboratorio delle Idee Europeo, promosso dai Maestri della Gelateria Italiana in collaborazione con Aiipa, Scuola Italiana di Gelateria, Acomag e Sigep, ha coinvolto i principali attori del gelato artigianale italiano ed europeo con uno scopo comune: condividere le conoscenze e consolidare l’innovazione, la ricerca e la qualità del gelato artigianale italiano. L’edizione 2009 ha valorizzato all’universo femminile. Crescono infatti le donne che diventano imprenditrici nel settore del gelato.
Domenica 18 gennaio, Il primo premio è stato assegnato a Farida Haggiagi, proveniente dalla Libia; lunedì 19 è stata la volta di un uomo, Massimiliano Tormen, un giovane gelatiere italiano che vive in Germania; martedì 20, si è aggiudicato il primo premio la creazione di Alfonso Jarero, giovane talento messicano.

… E ALTRI EVENTI
Molto interesse per l’iniziativa Non Con-Gelateci il sorriso, presentata al Sigep con la campagna Gusto bullo esaurito a cura delle gelaterie artigianali riminesi. Il progetto è stato realizzato da alcune gelaterie artigianali in collaborazione con CNA e BuonLavoro, l’Università di Bologna, l’Ufficio Scolastico provinciale e l’Assessorato al Servizi Sociali della Provincia di Rimini, con il sostegno di Rimini Fiera. “Non-Congelateci il sorriso”, quest’anno alla sua seconda edizione, è stata tra le prime iniziative a livello nazionale a creare una sinergia tra luoghi educativi “formali”, cioè la scuola, e “informali” come può essere una gelateria artigianale, nell’ottica di prevenire e contrastare il fenomeno del bullismo.

Il 31° SIGEP si svolgerà dal 23 al 27 gennaio 2010.

Fonte: comunicato stampa a cura di servizi di comunicazione e media relation Rimini Fiera SpA

Up Arrow