Il gelato artigianale: un’eccellenza della gastronomia italiana a livello mondiale

28 novembre 2017
Il gelato artigianale: un’eccellenza della gastronomia italiana a livello mondiale

Dal 3 al 6 dicembre a Longarone. Il 2 dicembre, assemblee generali del Comitato Nazionale per la Difesa e la Diffusione del Gelato Artigianale e di Produzione Propria e ARTGLACE.

Il gelato artigianale è riconosciuto in tutto il mondo come un’eccellenza italiana, tanto che sempre più viene chiamato nei Paesi di lingua anglosassone “Italian Gelato” per distinguerlo dall’ice cream.  A renderlo famoso all’estero ci hanno pensato i nostri gelatieri che a partire dalle migrazioni della seconda metà dell’800 hanno saputo farne un mestiere apprezzato, dall’Europa alle Americhe per arrivare poi in tutti i continenti.

Già lo scorso anno alla MIG – Mostra Internazionale del Gelato Artigianale si era parlato di “Gelato in Albergo” in un convegno costruito da Longarone Fiere assieme all’esperto direttore del mensile Hotel Domani, Renato Andreoletti, affrontando i diversi aspetti che ne caratterizzano l’impiego nelle cucine, dalle attrezzature necessarie per la produzione e la conservazione con il presidente di ACOMAG, Gianfranco Tonti, alla sua presentazione, sia in versione dolce che salata, accostato in modo originale a varie pietanze con il presidente di AIIPA – Sezione Gelato, Fabrizio Osti, dalle norme igieniche e sanitarie da rispettare con il formatore HACCP di LIAG, Marco Gennuso, fino alla testimonianza diretta delle opportunità concrete riscontrate dal titolare dell’Hotel de La Poste di Cortina, Gherardo Manaigo.

Il particolare tema del gelato gastronomico, o salato, non è di certo una novità per gli addetti ai lavori del settore, ma fatica ancora ad entrare nell’immaginario collettivo, e anche nell’immaginario degli chef. Pochi sono infatti i ristoranti che hanno inserito nel loro menù il gelato, al di là del dessert. Per questo da anni ormai Longarone Fiere lavora per incentivare la presenza del gelato nella formazione degli Istituti alberghieri, attraverso il noto concorso nazionale “Carlo Pozzi- il gelato in passerella, che prevede quale primo premio un mantecatore professionale per la scuola vincitrice, e diverse iniziative in Italia e all’estero.

Nel lontano 2001, per esempio, la MIG in collaborazione con l’Istituto alberghiero “Dolomieu” di Longarone e l’attuale collaboratore del preside e chef Luigi Sandi avevano proposto una cena intitolata “Il Gelato come Piatto forte” a numerosi tra giornalisti e autorità, con un menù che abbinava il carpaccio con il gelato alle pere, piuttosto che il risotto al radicchio con il gelato alla zucca o il salmerino alpino con il gelato alla carota, agrumi e mango.

E solo in questo mese di novembre la Mostra del Gelato di Longarone ha avuto modo di rappresentare l’eccellenza del gelato italiano in due importanti occasioni. Dal 6 all’8 novembre infatti alla  MIG è stato riservato un posto centrale in PIAZZA ITALIA, area istituzionale dell'Enit, al WTM London (World Trave Market), evento leader a livello mondiale nel settore turistico, dove ha svolto il compito di rappresentare, proprio attraverso il gelato artigianale, la qualità, la bontà e l'identità dei prodotti tipici italiani. Il gelato, in sostanza, è stato la bandiera alle eccellenze italiane. Mentre lo scorso 23 novembre a Lubiana, presso l’Istituto di Cultura Italiano, il Presidente della MIG, Fausto Bortolot, ha avuto l’occasione di presentare il ricco programma della 58a edizione (www.mostradelgelato.com), e le numerose iniziative che si terranno durante la quattro giorni di Longarone, all’interno dell’evento organizzato per la seconda Settimana della cucina italiana nel mondo. Naturalmente non poteva mancare la degustazione del gelato al gusto “Rosso Tiziano”, testimonial proprio delle eccellenze del territorio dolomitico del Cadore.

SCARICA IL PROGRAMMA

Approfondimenti
Differenze tra gelato artigianale italiano, gelato industriale e gelato soft
Differenze tra gelato artigianale italiano, gelato industriale e gelato soft

Spesso le differenze tra gelato artigianale, gelato industriale e gelato soft non sono a tutti note, sebbene in Italia la presenza di un gran numero di gelaterie artigianali e una storica cultura del gelato faciliti questa distinzione.

L’ossidazione e la conservazione del gelato
L’ossidazione e la conservazione del gelato

L’ossidazione è una reazione chimica durante la quale si verifica una perdita di qualità causata dalla combinazione con l’ossigeno. Tale reazione causa una degradazione irreversibile che a sua volta comporta un’alterazione delle proprietà e delle caratteristiche del gelato.

Per un buon gelato alle castagne
Per un buon gelato alle castagne

Come per ogni altro lavoro artigianale, anche per il gelato, in questo caso alle castagne, è necessario conoscere molto bene le materie prime e i semilavorati, la loro funzione oltre che il processo produttivo.

Gli ingredienti composti per la preparazione del gelato
Gli ingredienti composti per la preparazione del gelato

Gli ingredienti composti per gelato, precedentemente identificati come “semilavorati per gelateria” sono delle miscele di ingredienti in polvere o in pasta che affiancano il gelatiere nella preparazione delle miscele (stabilizzazione) e nella loro aromatizzazione.

Il bilanciamento
Il bilanciamento

Nel gelato vi sono molti ingredienti, ciascuno con proprietà molto differenti, che devono essere miscelati  secondo regole ben precise, facendo in modo che siano in equilibrio fra loro. 

Gelato di vino
Gelato di vino

Al Moscato d'Asti, al Recioto di Soave, al Marsala e chi può ne ha più ne metta, tanti quanto ce ne possono stare nelle decine di doc e docg italiane. Una moda passeggera, quella dei gelati al gusto di vino? Non proprio, se pensiamo che alcune ricette risalgono a qualche secolo fa...

Il gelato di frutta
Il gelato di frutta

Il gelato di frutta ha caratteristiche peculiari di composizione e di gusto che richiedono una lavorazione diversa da quella degli altri gelati artigianali. In particolare, per esaltare il sapore del frutto fresco, si cerca di evitare del tutto la pastorizzazione o perlomeno di condurla a bassa temperatura; se si accetta di rinunciare alla cremosità del gelato a favore di un gusto più spiccato della materia prima, poi, si sceglierà di fare dei sorbetti invece che del gelato.

Sorbetto al limone
Sorbetto al limoneUna ricetta che tutti possiamo mettere in pratica in occasione di una cena, la quali preveda magari piatti elaborati e non proprio leggeri, è quella del sorbetto al limone. Utile per dar sollievo agli stomaci dei commensali, fornire uno stacco piacevole tra una portata e l'altra o per chiudere una cena con un dessert di facile preparazione.
Crepes: la ricetta base
Crepes: la ricetta baseLe crepes sono tra le preparazioni dolciarie più adatte ad accompagnare un buon gelato artigianale e sono molto semplici da eseguire. Ecco la ricetta per cucinare da 10 a 15 crepes dolci, a seconda della grandezza della padella utilizzata.
5 parte - Conservazione ed esposizione del gelato artigianale
5 parte - Conservazione ed esposizione del gelato artigianalePer un gelato artigianale che vanti qualità elevate conta moltissimo la modalità di conservazione. Senza trascurare gli accorgimenti per esporre il prodotto finito nel modo migliore e non comprometterne le caratteristiche di bontà e forma.
Up Arrow