Festival del Gelato, a Torino debutta il "gusto del Papa"

Crema, chantilly variagato al dulce de leche e cioccolato gianduja.

E’ il "gelato del Papa", il nuovo gusto – un po’ argentino e un po’ piemontese – dedicato a Francesco Bergoglio. ‘Energico e delicato’ debutterà a Torino in occasione della terza tappa del Festival del Gelato.
 
L’invenzione e’ di Giorgio Zanata, astigiano come gli antenati del Pontefice. In piazzetta Reale, dal 7 al 9 giugno, potrà essere gustato con le specialità dei 27 maestri gelatai presenti, 15 dei quali in concorso.
 
Il Festival del Gelato, giunto alla 4/a edizione, e’ partito da Firenze – dove secondo la tradizione nel 1500, alla Corte de’ Medici, è nato il gelato, una crema fredda a base di latte, miele e tuorlo – ha fatto tappa a Milano e, dopo Torino, si concluderà a Roma. ”Se il gelato è nato a Firenze, grazie al poliedrico Bernardo Buontalenti – ha spiegato oggi a Torino l’ideatore fiorentino del Festival, Gabriele Poli – è invece a Torino che viene introdotta per la prima volta la distinzione fra gelato e sorbetto, ad opera del cuoco e pasticcere di casa Savoia, Giovanni Vialardi”. Il grande cuoco di casa reale ne parlò e narrò in diversi libri e ricette. Da allora il gelato è divenuto un must italiano al pari della pizza.
 
Così a Torino, in una tre giorni di festa in piazza piena di iniziative, tra corsi di gelato, incontri, degustazioni (tutto con la Gelato card a 12 euro) cercheranno di emulare le prodezze di questi pionieri. Ci saranno, in concorso e non, alcuni tra i massimi esperti del settore, come Giorgio Zanatta, direttore artistico del Festival (aveva ad Asti la nota Gelateria Veneta, ma ora va solo più in giro nel mondo a tenere corsi di gelato a grandi cuochi) che domani al taglio del nastro farà’ gustare al pubblico il suo nuovo "Gelato del Papa". In piazza ci sarà, anche il "Buontalenti", il primo laboratorio mobile di gelato artigianale al mondo dedicato all'inventore fiorentino del gelato e che produrrà’ gelato di continuo e sul quale lavoreranno 5 maestri Gelatieri in contemporanea.
 
Up Arrow