A Strasburgo un grande evento per promuovere il gelato artigianale.

Quasi 100 europarlamentari hanno già sottoscritto la richiesta per rendere ufficiale la “Giornata europea del gelato artigianale”

Comunicato Stampa

Per il quarto anno consecutivo le associazioni dei gelatieri che fanno capo ad Artglace, la confederazione che riunisce le rappresentanze dei gelatieri artigiani di 9 paesi europei, si sono ritrovate al Parlamento europeo di Strasburgo per promuovere il gelato artigianale e più precisamente per far capire la differenza tra il prodotto realizzato nelle gelaterie dall’ice cream industriale. Quest’anno l’obiettivo del sodalizio, presieduto da Ferdinando Buonocore, era ancora più ambizioso: raccogliere le adesioni dei parlamentari per ufficializzare a tutti gli effetti la ”Giornata Europea del Gelato Artigianale” da celebrare il 24 marzo di ogni anno. “Il nostro scopo - ha sottolineato Buonocore - non è assolutamente quello di aumentare ancor più burocrazia e normative, ma ha un carattere puramente promozionale e di comunicazione. Attraverso il riconoscimento ufficiale di una giornata dedicata in tutta l’Europa a questo nostro prodotto il richiamo sarebbe, infatti, sicuramente forte e potente e andrebbe a sensibilizzare ed informare in maniera efficace i consumatori”.
La manifestazione di Strasburgo è stata sostenuta anche quest’anno da Longarone Fiere Dolomiti. Come ha sottolineato il presidente, Oscar De Bona, presente con il vice Fausto Bortolot, non va infatti dimenticato come l’idea di realizzare questo appuntamento sia nata nel 2008 proprio in occasione della 49. edizione della Mostra Internazionale del Gelato Artigianale di Longarone. Nel suo intervento, durante la conferenza stampa, De Bona ha inoltre ribadito come una manifestazione rivolta al mondo europeo del gelato non possa non essere collegata all’attività esercitata fin dalla metà dell’800 da migliaia di gelatieri italiani, in gran parte originari delle vallate bellunesi dello Zoldano e del Cadore, che hanno diffuso la gelateria in molti paesi europei dove sono tuttora protagonisti. Proprio questo ha determinato fin dall’inizio il naturale coinvolgimento della fiera di Longarone, luogo dove, da oltre cinquant’anni, i gelatieri si trovano a fine stagione per incontrare i loro fornitori e programmare la stagione successiva. A sottolineare questo forte radicamento dell’attività di gelatiere nel nostro territorio erano presenti al Parlamento europeo anche i sindaci di Forno di Zoldo, Zoppè di Cadore e Longarone.
Per lanciare in maniera adeguata il messaggio, martedì 13 marzo, Artglace ha dato vita ad un programma, articolato in tre momenti: un incontro informativo nel corso del quale la nutrizionista Virginia Ruggiero ha illustrato le caratteristiche e le peculiarità del gelato artigianale, al quale è seguita la conferenza stampa ufficiale per approfondire i contenuti della dichiarazione e un gran finale con la degustazione di gelato artigianale, aperta ai parlamentari e a tutti gli operatori del Parlamento, che è continuata anche nella giornata di mercoledì 14.
Per organizzare il tutto, quest’anno il riferimento è stato il dinamico parlamentare campano, Sergio Silvestris, il quale, nell’aprire la conferenza stampa, ha sottolineato come il gelato artigianale, oltre ad offrire una garanzia sotto il profilo qualitativo e nutrizionale, dia un significativo contributo all’economia di un territorio in quanto è caratterizzato da una filiera corta, che mette in gioco i produttori locali che sono i principali fornitori dei gelatieri che usano principalmente prodotti freschi e genuini. Sono poi intervenuti gli onorevoli veneti Giancarlo Scottà e Antonio Cancian che nei due anni precedenti avevano garantito lo svolgimento della manifestazione. Anche per Antonio Cancian il gelato artigianale merita una doverosa attenzione e sarebbe auspicabile che tutto il movimento, ora frastagliato in decine di associazioni e comitati, si presentasse in maniera unitaria per rendere ancora più efficace l’azione promozionale. Giancarlo Scottà ha invece lanciato una proposta operativa, quasi provocatoria: perché non aprire una gelateria artigianale all’interno del Parlamento in modo da far risaltare in maniera continuativa le peculiarità di questo prodotto?
Tutti hanno, quindi, espresso l’auspicio che la sottoscrizione della dichiarazione a sostegno della istituzione della “Giornata Europea del Gelato Artigianale“ raggiunga il numero di adesioni necessario. Già il primo giorno quasi cento europarlamentari hanno sottoscritto la dichiarazione e sono stati coinvolti diversi altri parlamentari, tra i quali Elisabetta Gardini, Mario Borghezio, Clemente Mastella, Niccolò Rinaldi, Lia Sartori e Francesco Speroni, senza dimenticare che la presentazione della dichiarazione per l’istituzione della giornata è stata sottoscritta anche dai parlamentari Eva Ortiz Vilella (Spagna), Louis Michel (Belgio), Andreas Molzer e Ewald Stadler (Austria).

Longarone (BL) , 14 marzo 2012

Up Arrow