A SIGEP anche il pasticcere dell'anno Santi Palazzolo. Nel 2015 denunciò tangente in Sicilia

19 gennaio 2019
A SIGEP anche il pasticcere dell'anno Santi Palazzolo. Nel 2015 denunciò tangente in Sicilia

Rimini, 18 gennaio 2019 - E’ stato insignito pochi mesi fa del titolo di Pasticcere dell’anno, aggiudicandosi il prestigioso Trofeo Pavoni.

Rimini, 18 gennaio 2019 - E’ stato insignito pochi mesi fa del titolo di Pasticcere dell’anno, aggiudicandosi il prestigioso Trofeo Pavoni. Santi Palazzolo, tra i più noti maestri pasticceri italiani, domani sarà presente alla giornata inaugurale del Sigep di Italian Exhibition Group (Salone Internazionale di Gelateria, Pasticceria, Panificazione Artigianali e Caffè, Fiera di Rimini, 19-23 gennaio) dove parteciperà all’incontro “La filiera del gelato artigianale a FICO Eataly World” (ore 15, Pad. C1 Stand Carpigiani - Area Carpigiani Gelato University), insieme all’AD di Eataly World Bologna Tiziana Primori, ad Andrea Cocchi (AD Carpigiani Group), Nicola Fabbri (AD Fabbri 1905) e Patrizia Cecchi, Italian Exhibition Director di IEG.

Santi Palazzolo, oltre che per la sua abilità di artigiano della pasticceria e per la storia della sua dolceria in Sicilia (fondata dal nonno, compie un secolo di vita quest’anno) si è distinto anche per essersi opposto, nella sua terra, alle logiche della mafia. Nel 2015 ha infatti denunciato e fatto arrestare chi gli aveva chiesto una tangente di 100 mila euro in cambio della possibilità di mantenere aperto lo show room della pasticceria all’interno dell’aeroporto.

Up Arrow