L’apporto calorico del gelato artigianale

L’apporto calorico del gelato artigianale

Il gelato artigianale è un alimento equilibrato, composto da una serie di ingredienti semplici e naturali. In quanto tale ha tutte le caratteristiche nutritive degli alimenti, e quindi proteine, zuccheri, grassi: ovvio quindi che un eccesso di consumo possa influire sulla linea, come per qualsiasi altro cibo. Fare due conti può aiutare a non litigare con la bilancia: ecco come fare.

Si avvicina l’estate, la voglia di gelato si fa sempre più impellente e con essa i soliti dilemmi: “Che dici, mi farà ingrassare? Quante calorie ha? Meglio frutta o creme?”.
In effetti, la questione del contenuto calorico di un gelato è decisamente controversa: la varietà delle composizioni in commercio rendono difficile stabilire uno standard di potere energetico ma questo non significa che sia impossibile calcolare quante calorie ha uno specifico gelato. Semplicemente, occorre contare approssimativamente le calorie dei diversi ingredienti.

In particolare, tale valore dipende dalla percentuale di zuccheri (saccarosio ma anche lattosio e fruttosio), di grassi (latte, panna, grassi vegetali), di proteine (latte, uova, frutta secca).

Ecco una tabella di massima:

  • 1 g di zuccheri = 4 calorie
  • 1 g di grassi = 9 calorie
  • 1 g di proteine = 4 calorie

Va da sé, pertanto, che i gelati alla frutta sono meno calorici di quelli alla crema, che oltre agli zuccheri contengono grassi. Tra i gusti alla frutta, hanno meno calorie i sorbetti rispetto ai gelati (i primi non contengono latte e uova), a patto che non siano eccessivamente dolcificati.

Per fornire qualche esempio pratico, si consideri che un cono al cioccolato da 100 grammi ha circa 240 calorie, alla crema circa 190 calorie, alla frutta 130 calorie (105 per i sorbetti). Se il primo sarà innocuo come pasto leggero in spiaggia o come merenda all'interno di una giornata "ordinata" dal punto di vista alimentare, altrettanto non lo sarà dopo un piatto di pastasciutta e un fritto misto.
Come capita spesso nell'alimentazione come in altre cose della vita, alla fine è soltanto una questione di equilibrio.

Approfondimenti
Differenze tra gelato artigianale italiano, gelato industriale e gelato soft
Differenze tra gelato artigianale italiano, gelato industriale e gelato soft

Spesso le differenze tra gelato artigianale, gelato industriale e gelato soft non sono a tutti note, sebbene in Italia la presenza di un gran numero di gelaterie artigianali e una storica cultura del gelato faciliti questa distinzione.

Il ruolo del tecnico di laboratorio nella produzione degli ingredienti composti per gelato
Il ruolo del tecnico di laboratorio nella produzione degli ingredienti composti per gelato

Gli ingredienti composti per gelato sono una categoria di preparazioni alimentari che ha subito un processo di trasformazione, specificatamente pensate e prodotte per il campo della gelateria artigianale.

L’ossidazione e la conservazione del gelato
L’ossidazione e la conservazione del gelato

L’ossidazione è una reazione chimica durante la quale si verifica una perdita di qualità causata dalla combinazione con l’ossigeno. Tale reazione causa una degradazione irreversibile che a sua volta comporta un’alterazione delle proprietà e delle caratteristiche del gelato.

Per un buon gelato alle castagne
Per un buon gelato alle castagne

Come per ogni altro lavoro artigianale, anche per il gelato, in questo caso alle castagne, è necessario conoscere molto bene le materie prime e i semilavorati, la loro funzione oltre che il processo produttivo.

Gli ingredienti composti per la preparazione del gelato
Gli ingredienti composti per la preparazione del gelato

Gli ingredienti composti per gelato, precedentemente identificati come “semilavorati per gelateria” sono delle miscele di ingredienti in polvere o in pasta che affiancano il gelatiere nella preparazione delle miscele (stabilizzazione) e nella loro aromatizzazione.

L’overrun nella preparazione del gelato artigianale
L’overrun nella preparazione del gelato artigianale

Sebbene molto spesso si sia diffusa la credenza che l’incorporazione di aria (in inglese overrun) sia un modo per truffare il consumatore “gonfiando” il gelato artigianale, per guadagnare di più, mai accusa può essere ritenuta più falsa.

Proteine del latte: protagoniste nella preparazione del gelato artigianale
Proteine del latte: protagoniste nella preparazione del gelato artigianale

Aumentano il volume del gelato artigianale nel mantecatore e aggiungono una maggiore cremosità al prodotto, le proteine del latte hanno un ruolo molto importante nella preparazione di un buon gelato artigianale.

Cocco: un gusto tropicale per il gelato artigianale
Cocco: un gusto tropicale per il gelato artigianale

Fresco, cremoso e rinfrescante, il gelato artigianale al cocco è il gusto perfetto da proporre all'interno della tua gelateria per accompagnare i palati dei tuoi clienti con dolci ricordi estivi.

Pistacchio: gelato artigianale dal retrogusto salato
Pistacchio: gelato artigianale dal retrogusto salato

Cremoso e un po’ salato, il gelato artigianale al pistacchio è un’eccellenza all’interno della gelateria artigianale. Amato da grandi e piccini, questo gusto di gelato si presta a svariati abbinamenti, sia con creme che con gelati alla frutta.

Yogurt: gelato artigianale cremoso e nutriente
Yogurt: gelato artigianale cremoso e nutriente

Soffice e cremoso, il gelato artigianale allo yogurt è un gusto immancabile all'interno della gelateria. Grazie al suo gusto ricco e intenso, e al suo sapore naturale e leggero, il gelato allo yogurt si è rivelato un vero e proprio successo per le gelaterie artigianali.

Up Arrow