Speciale cioccolato - III Parte

Speciale cioccolato - III Parte
Cioccolato e cacao sono ingredienti poco utilizzati nella cucina tradizionale. È però possibile impiegarli per creare accostamenti di sapore tanto insoliti quanto raffinati. In questa terza parte del nostro “Speciale cioccolato” ti suggeriamo alcune ricette per preparare un paio di cene con cui stupire gli amici.

Per gli amanti del pesce…
Se pensi che pesce e frutti di mare siano incompatibili con cioccolato e cacao, prova a preparare questa cena.

Coquilles Saint-Jacques al rum e cioccolato
Ingredienti per 4 persone
8 Coquilles saint-jacques
80 g di cioccolato fondente al 60/70%
2 noci di burro
Rum scuro
1,5 carote
1 arancia
Sale e peperoncino fresco

Preparazione
Lascia marinare le Coquilles Saint-Jacques in una ciotola con del rum scuro per 45 minuti, lava e asciuga le conchiglie che utilizzerai come ornamento per servire la portata. Taglia le carote e la buccia dell’arancia a fettine sottile. Cuoci le prime al vapore per qualche minuto mentre fai saltare in acqua bollente la seconda.
Abbrustolisci le capesante da ogni lato a fiamma alta in una padella antiaderente già calda. A questo punto è necessario preparare il cioccolato fuso: mentre procedi adagia le capesante nelle conchiglie in forno tiepido. Scogli il cioccolato a bagnomaria insieme al burro e mezzo bicchierino di rum, mescola delicatamente carote e arancia in una ciotolina con altrettanto rum e a questo punto prepara le conchiglie: cospargine il fondo di cioccolato fuso, adagia i frutti di mare nelle coquilles, poni accanto una forchettata di carote e buccia d’arancia, sala a piacere e decora con qualche punta di peperoncino fresco.

Vino consigliato
: Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene o Pinot Grigio



Tortine di salmone e patate con crema di cacao
Ingredienti per 4 persone
400 g di filetto di salmone
150 g di ricotta
1 spicchio d’aglio
50 g di pinoli
30 g di mollica di pane
Peperoncino fresco
1 cucchiaio di cacao
Latte a piacere
Olio extra vergine d’oliva
500 g di patate novelle

Preparazione
Fai soffriggere l’aglio nell’olio ed eliminalo una volta dorato. Aggiungi il salmone tagliato a dadini di mezzo centimetro cubo e prosegui la cottura per qualche minuto aggiungendo un pizzico di sale. Ora riponi il salmone in un recipiente tipo insalatiera insieme alla ricotta e, con l’aiuto di una forchetta, pesta il composto finché gli ingredienti non si saranno perfettamente amalgamati. Disponi a questo punto il salmone in quattro vaschette di alluminio oliate su ogni lato. Trita con un robot da cucina pinoli, pane, sale e peperoncino a piacere, un goccio d’olio e il cacao. Lessa le patate e, una volta cotte, elimina l’acqua e prosegui la cottura a fuoco basso aggiungendo poco alla volta il latte necessario a preparare una crema della consistenza desiderata. Servi la portata rovesciando nel piatto il salmone dalle vaschette di alluminio con qualche patatina, il tutto cosparso della crema preparata a base di cacao. Guarnisci con cacao in polvere e qualche punta di peperoncino fresco.

Vino consigliato: Mamertino di Milazzo Bianco Riserva Doc



Filetti di pesce persico con salsa al cioccolato
Ingredienti per 4 persone
600 g di filetti di pesce persico
150 g di cioccolato fondente
1 bicchierino di rum scuro
Olio extra vergine d’oliva
farina, sale e pepe

Preparazione
Fai soffriggere i filetti di pesce infarinati in una padella bassa finchè non diventano dorati su ogni lato, aggiungi poi il rum e fallo evaporare aggiungendo sale e pepe. Poni il pesce nei piatti di portata e aggiungi nella padella due cucchiai d’acqua, un altro un goccio di rum e il cioccolato grattugiato fine. Una volta che il composto è uniforme e sufficientemente denso versa la salsa sul pesche. Decora i piatti con foglie di menta.

Vino consigliato: Aglianico del Taburno Rosato Doc



Se il pesce non fa per te, prepara un paio di stuzzichini e completa con un classico delle tavole italiane: il risotto!

Crostini di mozzarella al cioccolato
Ingredienti per 4 persone
Pane tostato
1 filone di formaggio per pizza
40 g di cioccolato fondente

Preparazione
Taglia la mozzarella per pizza a fette sottili e prepara dei crostini di pane in cassetta tostato senza bordi. Sbriciola il cioccolato con un coltello e cospargilo sui crostini con la mozzarella calda.

Vino consigliato: Trebbiano d'Abruzzo



Voulevant al gorgonzola, pere e cioccolato
Ingredienti per 4 persone
8 Voulevant
200 g di gorgonzola
2 pere mature
80 g di cioccolato fondente
Pepe

Preparazione
Lascia riposare il gorgonzola fuori dal frigorifero per mezz’ora circa. Sbuccia le pere, tagliale a dadini piccolissimi, uniscile al gorgonzola in una vaschetta e amalgama il tutto con un pizzico di pepe. Riempi i Voulevant con il composto. Scogli il cioccolato a bagnomaria aggiungendo poco latte in modo che non diventi né troppo liquido né troppo caldo e versalo ancora caldo sui Voulevant.

Vino consigliato: Moscato di Scanzo



Risotto al cacao
Ingredienti per 4 persone
320 g di riso
1 noce di burro
1 cucchiaio di cacao
4 cucchiai di panna da cucina
Cipolla
Vino bianco
brodo di carne
Parmigiano

Preparazione
Soffriggi la cipolla con una noce di burro e aggiungi il riso mescolandolo delicatamente e facendolo tostare. Versa mezzo bicchiere di vino bianco e portalo a evaporazione, aggiungi poi gradualmente il brodo di carne fino a cottura quasi ultimata. Aggiungi la panna mescolata col cacao e manteca il riso a fuoco spento. Servi con un cucchiaio di parmigiano grattugiato per persona.

Vino consigliato: Grillo IGT Bianco


 
Come dessert per entrambe le cene ti proponiamo degli spiedini di frutta e cioccolato accompagnati da una pallina di gelato.

Spiedini di fruttal cioccolato
Ingredienti per 4 persone
200 gr. di cioccolato fondente 
Fragole 
Kiwi 
Banane

Preparazione
Lava la frutta, tagliala a pezzetti e prepara gli spiedini di legno. Taglia a pezzi il cioccolato e fallo scogliere a bagnomaria. Quando il cioccolato è completamente fuso versalo sugli spiedini in modo da coprire ogni lato dei pezzi di frutta, adagia tutto su un vassoio coperto con un foglio di alluminio e lasciali in frigo finché il cioccolato non si è solidificato. Servi gli spiedini nei piatti con una pallina di gelato fior di latte, crema o vaniglia.

Vino consigliato: Champagne


 

Approfondimenti
Differenze tra gelato artigianale italiano, gelato industriale e gelato soft
Differenze tra gelato artigianale italiano, gelato industriale e gelato soft

Spesso le differenze tra gelato artigianale, gelato industriale e gelato soft non sono a tutti note, sebbene in Italia la presenza di un gran numero di gelaterie artigianali e una storica cultura del gelato faciliti questa distinzione.

L’ossidazione e la conservazione del gelato
L’ossidazione e la conservazione del gelato

L’ossidazione è una reazione chimica durante la quale si verifica una perdita di qualità causata dalla combinazione con l’ossigeno. Tale reazione causa una degradazione irreversibile che a sua volta comporta un’alterazione delle proprietà e delle caratteristiche del gelato.

Per un buon gelato alle castagne
Per un buon gelato alle castagne

Come per ogni altro lavoro artigianale, anche per il gelato, in questo caso alle castagne, è necessario conoscere molto bene le materie prime e i semilavorati, la loro funzione oltre che il processo produttivo.

Gli ingredienti composti per la preparazione del gelato
Gli ingredienti composti per la preparazione del gelato

Gli ingredienti composti per gelato, precedentemente identificati come “semilavorati per gelateria” sono delle miscele di ingredienti in polvere o in pasta che affiancano il gelatiere nella preparazione delle miscele (stabilizzazione) e nella loro aromatizzazione.

Il bilanciamento
Il bilanciamento

Nel gelato vi sono molti ingredienti, ciascuno con proprietà molto differenti, che devono essere miscelati  secondo regole ben precise, facendo in modo che siano in equilibrio fra loro. 

Gelato di vino
Gelato di vino

Al Moscato d'Asti, al Recioto di Soave, al Marsala e chi può ne ha più ne metta, tanti quanto ce ne possono stare nelle decine di doc e docg italiane. Una moda passeggera, quella dei gelati al gusto di vino? Non proprio, se pensiamo che alcune ricette risalgono a qualche secolo fa...

Il gelato di frutta
Il gelato di frutta

Il gelato di frutta ha caratteristiche peculiari di composizione e di gusto che richiedono una lavorazione diversa da quella degli altri gelati artigianali. In particolare, per esaltare il sapore del frutto fresco, si cerca di evitare del tutto la pastorizzazione o perlomeno di condurla a bassa temperatura; se si accetta di rinunciare alla cremosità del gelato a favore di un gusto più spiccato della materia prima, poi, si sceglierà di fare dei sorbetti invece che del gelato.

Sorbetto al limone
Sorbetto al limoneUna ricetta che tutti possiamo mettere in pratica in occasione di una cena, la quali preveda magari piatti elaborati e non proprio leggeri, è quella del sorbetto al limone. Utile per dar sollievo agli stomaci dei commensali, fornire uno stacco piacevole tra una portata e l'altra o per chiudere una cena con un dessert di facile preparazione.
Crepes: la ricetta base
Crepes: la ricetta baseLe crepes sono tra le preparazioni dolciarie più adatte ad accompagnare un buon gelato artigianale e sono molto semplici da eseguire. Ecco la ricetta per cucinare da 10 a 15 crepes dolci, a seconda della grandezza della padella utilizzata.
5 parte - Conservazione ed esposizione del gelato artigianale
5 parte - Conservazione ed esposizione del gelato artigianalePer un gelato artigianale che vanti qualità elevate conta moltissimo la modalità di conservazione. Senza trascurare gli accorgimenti per esporre il prodotto finito nel modo migliore e non comprometterne le caratteristiche di bontà e forma.
Up Arrow