Gelato di vino

Gelato di vino

Al Moscato d'Asti, al Recioto di Soave, al Marsala e chi può ne ha più ne metta, tanti quanto ce ne possono stare nelle decine di doc e docg italiane. Una moda passeggera, quella dei gelati al gusto di vino? Non proprio, se pensiamo che alcune ricette risalgono a qualche secolo fa...

Ideali in serata o a fine pasto, in luogo di amari e digestivi, ma solo se prima non si è bevuto troppo! I gelati ai gusti del vino sono apprezzati non solo in Italia ma anche all'estero, utilizzando vini dolci o secchi, purché espressione del territorio. Già, perché bere...pardon, mangiare un gelato al Marsala in Friuli non avrebbe lo stesso sapore che in Sicilia, magari davanti al mare delle Egadi. Né un gelato al Ramandolo avrebbe forse senso degustato alle pendici dell'Etna.

I vini che più si prestano all'utilizzo come ingrediente base del gelato artigianale sono quelli dolci, perché si combinano bene con lo zucchero contenuto nel gelato ed eventualmente con la frutta aggiunta  (un classico, per esempio, sta diventando il gelato di moscato alla pesca).
E così possiamo avere il gelato al gusto di Moscato di Pantelleria, di Moscato d'Asti o del rosso Moscato di Scanzo, allo Zibibbo, al Marsala,  al Vin Santo, al Ramandolo, al Recioto di Soave, al Recioto della Valpolicella, oppure un sorbetto al Lambrusco, solo per citarne alcuni.

Se si desidera giocare ancora di più con i sapori, si può mescolare il vino a spezie, per esempio caffé o cioccolato. Le regole, in questo caso, sono quelle canoniche per l'abbinamento tra cibo e vino:

  • l'intensità degli aromi deve eguagliare quella del vino scelto;
  • sapori tendenzialmente amari, acidi, sapidi, vanno contrapposti a vini più morbidi e viceversa;
  • sapori dolci vanno accompagnati a vini dolci, come moscati, passiti e spumanti dolci.
Approfondimenti
Differenze tra gelato artigianale italiano, gelato industriale e gelato soft
Differenze tra gelato artigianale italiano, gelato industriale e gelato soft

Spesso le differenze tra gelato artigianale, gelato industriale e gelato soft non sono a tutti note, sebbene in Italia la presenza di un gran numero di gelaterie artigianali e una storica cultura del gelato faciliti questa distinzione.

Il ruolo del tecnico di laboratorio nella produzione degli ingredienti composti per gelato
Il ruolo del tecnico di laboratorio nella produzione degli ingredienti composti per gelato

Gli ingredienti composti per gelato sono una categoria di preparazioni alimentari che ha subito un processo di trasformazione, specificatamente pensate e prodotte per il campo della gelateria artigianale.

L’ossidazione e la conservazione del gelato
L’ossidazione e la conservazione del gelato

L’ossidazione è una reazione chimica durante la quale si verifica una perdita di qualità causata dalla combinazione con l’ossigeno. Tale reazione causa una degradazione irreversibile che a sua volta comporta un’alterazione delle proprietà e delle caratteristiche del gelato.

Per un buon gelato alle castagne
Per un buon gelato alle castagne

Come per ogni altro lavoro artigianale, anche per il gelato, in questo caso alle castagne, è necessario conoscere molto bene le materie prime e i semilavorati, la loro funzione oltre che il processo produttivo.

Gli ingredienti composti per la preparazione del gelato
Gli ingredienti composti per la preparazione del gelato

Gli ingredienti composti per gelato, precedentemente identificati come “semilavorati per gelateria” sono delle miscele di ingredienti in polvere o in pasta che affiancano il gelatiere nella preparazione delle miscele (stabilizzazione) e nella loro aromatizzazione.

L’overrun nella preparazione del gelato artigianale
L’overrun nella preparazione del gelato artigianale

Sebbene molto spesso si sia diffusa la credenza che l’incorporazione di aria (in inglese overrun) sia un modo per truffare il consumatore “gonfiando” il gelato artigianale, per guadagnare di più, mai accusa può essere ritenuta più falsa.

Proteine del latte: protagoniste nella preparazione del gelato artigianale
Proteine del latte: protagoniste nella preparazione del gelato artigianale

Aumentano il volume del gelato artigianale nel mantecatore e aggiungono una maggiore cremosità al prodotto, le proteine del latte hanno un ruolo molto importante nella preparazione di un buon gelato artigianale.

Cocco: un gusto tropicale per il gelato artigianale
Cocco: un gusto tropicale per il gelato artigianale

Fresco, cremoso e rinfrescante, il gelato artigianale al cocco è il gusto perfetto da proporre all'interno della tua gelateria per accompagnare i palati dei tuoi clienti con dolci ricordi estivi.

Pistacchio: gelato artigianale dal retrogusto salato
Pistacchio: gelato artigianale dal retrogusto salato

Cremoso e un po’ salato, il gelato artigianale al pistacchio è un’eccellenza all’interno della gelateria artigianale. Amato da grandi e piccini, questo gusto di gelato si presta a svariati abbinamenti, sia con creme che con gelati alla frutta.

Yogurt: gelato artigianale cremoso e nutriente
Yogurt: gelato artigianale cremoso e nutriente

Soffice e cremoso, il gelato artigianale allo yogurt è un gusto immancabile all'interno della gelateria. Grazie al suo gusto ricco e intenso, e al suo sapore naturale e leggero, il gelato allo yogurt si è rivelato un vero e proprio successo per le gelaterie artigianali.

Up Arrow